HOME NEWS

NEWS

MEDFILM FESTIVAL 2017: PREMIO KOINÉ EMMA BONINO

By CATEGORIA EVENTO: MEDFILM FESTIVAL XXIII, NEWS | No Comments

MEDFILM FESTIVAL XXIII EDIZIONE
PREMIO KOINÉ 2017
CERIMONIA DI PREMIAZIONE
10 NOVEMBRE, ORE 20:00 – CINEMA SAVOY

Il Premio KOINÉ 2017 sarà conferito a Emma Bonino in occasione della Cerimonia di Apertura che si terrà il 10 novembre, alle ore 20:00, presso il Cinema Savoy, per aver dedicato tutte sue energie alle battaglie per i diritti civili, per la liberazione e l’autodeterminazione delle persone; per essersi battuta a favore dei diritti delle donne; per la sua curiosità per il mondo arabo e la sua ricchezza culturale; per il suo impegno nell’attuare nuove e più inclusive politiche sull’immigrazione.

EMMA BONINO

Emma Bonino è stata Ministro degli Affari Esteri tra il 2013 e il 2014. Dal 2008 al 2013 ha svolto la funzione di Vice-Presidente del Senato della Repubblica italiana. È stata Ministro per il Commercio internazionale e per le Politiche europee.

Oltre ad aver ricoperto importanti cariche nel Partito Radicale, è stata membro del comitato esecutivo dell’International Crisis Group, ideatrice e promotrice della Corte Penale Internazionale, professoressa emerita all’Università Americana del Cairo, delegata per l’Italia all’Onu per la moratoria sulla pena di morte, nonché fondatrice dell’organizzazione internazionale Non c’è pace senza giustizia per l’abolizione delle mutilazioni genitali femminili.

Nel 2011 è l’unica italiana inclusa dalla rivista statunitense Newsweek nell’elenco delle “150 donne che muovono il mondo”.

MEDFILM FESTIVAL 2017: L’ALTRA METÀ DELLA MEZZALUNA

By CATEGORIA EVENTO: MEDFILM FESTIVAL XXIII, NEWS | No Comments

MEDFILM FESTIVAL XXIII EDIZIONE
10 – 18 OTTOBRE 2017 | ROMA
CINEMA SAVOY / MUSEO MACRO

C’è un corridoio umanistico che attraversa il Mediterraneo da 23 anni: è il MedFilm Festival, che propone film, documentari, dibattiti, mostre ed eventi culturali dei Paesi dell’area mediterranea.

Quest’edizione del MedFilm Festival prende il titolo di «Sguardi di donne» ed è dedicata alle donne registe, interpreti, autrici, protagoniste: l’altra metà della Mezzaluna. Dal 10 al 18 novembre al Cinema Savoy e al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma.

VI ASPETTIAMO! ?

MEDFILM FESTIVAL 2017 – I CORTI DI TORNO SUBITO

By CATEGORIA EVENTO: MEDFILM FESTIVAL XXIII, NEWS | One Comment

MEDFILM FESTIVAL XXIII EDIZIONE
10 – 18 NOVEMBRE 2017 | ROMA
CINEMA SAVOY / MUSEO MACRO

Il MedFilm Festival è lieto di annunciare la lista dei 16 cortometraggi selezionati all’interno della nuova sezione competitiva “Ho girato un mondo” – I Corti di Torno Subito:

BERLIN IN THE WALL
MOEIN ASADI
(12 min, Met Film School Berlin)

BLISS
ANDREA BANCONE
(5 min, New York Film Academy)

CLAY – A LOVE STORY
ANNA ZAGAGLIA
(10 min, New York Film Academy)

CON I PIEDI SULLE NUVOLE
VLADIMIR DODA, ERALD DIKA
(19 min, Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” – Udine)

EL CIELO SOBRE LOS CAMPOS BOLIVIANOS
ALESSIA CIRELLO, FEDERICO POIDOMANI
(9 min, Escuela Nacional de Experimentación y Realización Cinematografica – Buenos Aires)

ERNESTO – LA RIVOLUZIONE PASSA PER LA TESTA
LINDA PAPALEO
(12 min, Escuela Internacional de Cine y Televisión – Cuba)

IL BACIO
ADRIANO CANDIAGO
(4 min, BigRock Institute of Magic Technologies – Treviso)

IL MARE HA MONTAGNE ALTE
VALENTINA VIVONA
(5 min, Amisnet, Laboratorio 53, Servizio Civile Internazionale)

JOSEFINA – UNA HISTORIA, MÁS O MENOS
MUSQYX – DARIO DI PAOLANTONIO, JONATHAN LATTANZIO, FRANCESCA LORENZETTI E MARIA TERESA SAMMARC
(11 min, Escuela de la Naturaleza di Sucre – Bolivia)

OLVIDATE DE ESO
MANUEL MARINI
(11 min, Escuela Internacional de Cine y Televisión – Cuba)

OPTICUS
VINCENZO D’ONOFRIO
(8 min, Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini)

RUE GARIBALDI
FEDERICO FRANCIONI
(30 min, Ateliers Varan – Parigi)

THE BOLIVIAN TAPES
IAN DE SANTIS
(4 min, Escuela de la Naturaleza di Sucre – Bolivia)

THIS IS NOT A TYPICAL ITALIAN FAMILY
MATTEO CASTELLINO
(22 min, London Film Academy)

HORMIGAS
RICCARDO G. CONTRINO
(13 min, Escuela de la Naturaleza di Sucre – Bolivia)

STRAWBERRY GARDEN
ALESSANDRO ARFUSO
(12 min, New York Film Academy)

Venerdì 17 Novembre alle ore 20:00, presso il Cinema Savoy, verrà assegnato il premio al miglior progetto.

MEDFILM FESTIVAL TORNA A TUNISI CON LE GIORNATE DEL CINEMA ITALIANO

By CATEGORIA EVENTO: ATTIVITÀ, NEWS | No Comments

MedFilm Festival punta ancora verso sud, direzione Tunisi, per l’ormai consueto appuntamento delle Giornate del Cinema Italiano, giunto alla sua terza edizione, con una rassegna quest’anno parte della XVII Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, dedicata al tema “l’italiano al cinema, l’italiano nel cinema”.

Grazie all’impegno dell’Istituto italiano di cultura di Tunisi, il MedFilm Festival prosegue dunque il lavoro di tessitura delle relazioni e collaborazioni culturali tra Italia e Tunisia, tese allo scambio di esperienze artistiche, finestre di dialogo spalancate sul mondo. Da 23 anni, il MedFilm segue con attenzione il complesso e vitale panorama cinematografico tunisino, specchio del processo di democratizzazione di un paese di particolare rilevanza culturale e politica nel contesto geopolitico del Mediterraneo. La terza edizione della rassegna comprende i 4 film italiani più premiati con i David di Donatello e i Globi d’Oro, accompagnati da importanti personalità del cinema e della cultura. La rassegna si aprirà il 15 ottobre al ciné Mad’Art Carthage con la proiezione del film Fortunata di Sergio Castellitto, alla presenza della protagonista Jasmine Trinca, premiata come migliore attrice nella sezione “Un certain regard” al Festival di Cannes. La rassegna proseguirà con la sofisticata ricerca storica e artistica de La stoffa dei sogni (2016), di Gianfranco Cabiddu, con Sergio Rubini e Ennio Fantastichini, opera al confine tra cinema, teatro, vita, liberamente ispirata a L’Arte della commedia di Eduardo De Filippo e alla sua traduzione de La Tempesta di Shakespeare. Non poteva mancare il successo cinematografico dell’anno, il pluripremiato La Pazza Gioia (2016) di Paolo Virzì, con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti. Chiude questa edizione della rassegna il 20 ottobre un maestro del Cinema italiano, Marco Bellocchio, con il suo ultimo lavoro di ricerca e scandaglio nella complessità della psiche umana: Fai bei sogni (2016) con Valerio Mastandrea e Bérénice Bejo.

Pubblicato su ANSAmed

MEDFILM FESTIVAL AL NUOVO CINEMA AQUILA PER CINEMAGGIO

By CATEGORIA EVENTO: MEDFILM FESTIVAL XXIII, NEWS | No Comments

MEDFILM FESTIVAL AL
NUOVO CINEMA AQUILA
PROGRAMMA PROIEZIONI
25 / 26 MAGGIO

VIA L’AQUILA, 66 | Roma

Il MedFilm Festival è lieto di collaborare all’iniziativa CineMaggio, evento del Comune di Roma e Municipio V, in collaborazione con le Biblioteche di Roma, proponendo al pubblico una selezione di opere di alto profilo artistico, in linea con la rilevanza sociale e culturale del Cinema Aquila, quale spazio pubblico di visione, ascolto e dialogo.

In un contesto in cui, sempre più insistentemente, si riaffacciano i fantasmi della separazione, dell’esclusione, del razzismo e della xenofobia, diventa di fondamentale importanza sostenere la reciproca conoscenza tra i popoli delle sponde del nostro mare, anche grazie al cinema, quale forma d’arte e straordinario strumento di comunicazione dei valori dell’uguaglianza, della condivisione e della partecipazione.

Di seguito il programma:

GIOVEDÌ 25 MAGGIO

ORE 18:00
“TOMBA DEL TUFFATORE” di Federico Francioni, Yan Cheng
Italia, 2015 | 30 min

Un uomo cade nel nulla. In un museo del 21° secolo, sul coperchio di un’antica tomba greca, il tuffatore viene colto nell’atto estremo, sospeso, del volo. Nella sua caduta, il tuffatore ci guida in un viaggio in cui il tempo è indistinto: uomini e donne vagano in un paradiso artificiale, in cui le rovine del passato affiorano, tra spettacoli ed eventi inattesi. In questa immersione verso il nulla, però, cresce una domanda: chi è, veramente, il tuffatore contemporaneo?
Introducono il film Federico Francioni (regista), Gianfranco Pannone (MedFilm Festival)


ORE 18:45
“IL SILENZIO” di Farnoosh Samadi, Ali Asgari
Italia/Francia, 2016 | 14 min

Fatma e sua madre sono rifugiate curde in Italia. Durante la loro vista in ospedale, Fatma dovrebbe tradurre ciò che la dottoressa sta dicendo a sua madre, ma continua a restare in silenzio. Una storia semplice che “rappresenta l’universo dei migranti e il loro confrontarsi con una nuova vita dopo esser giunti in un nuovo Paese”.
Introducono il film Riccardo Romboli (aiuto regista), Alessandro Zoppo (MedFilm Festival)


ORE 19:15
“VALPARAISO” di Carlo Sironi
Italia, 2016 | 20 min

Rocio ha 20 anni ed è rinchiusa nel centro di identificazione ed espulsione di Roma, in attesa di essere rispedita nel suo paese di origine. È rimasta incinta durante la sua detenzione, ma non vuole rivelare né come sia successo, né chi sia stato, preferendo tacere. La legge non permette di trattenere una donna incinta. Rocio viene rilasciata al quarto mese di gravidanza con un permesso di soggiorno temporaneo per maternità. Ora è libera ma deve portare avanti una gravidanza non desiderata.
Introducono il film Giulia Moriggi (sceneggiatrice), Alessandro Zoppo (MedFilm Festival)


ORE 20:00
“DELTA PARK” di Karine De Villers, Mario Brenta
Italia/Belgio, 2016 | 68 min

Si chiamano Cosmos, Moses, Efosa, Franklin, Augustin, Sunday, Esosa, Godwin, Abdoulai, Enry, Mustafa, Nathaniel, Charles, Victor, Ali. Questi ragazzi africani si sarebbero potuti ritrovare in un centro di accoglienza, in un campo, in una stazione o per strada, ma sono finiti in un hotel sul Delta del Po, il Delta Park, trasformato in un centro profughi, in attesa che gli venga accettata la richiesta d’asilo. Nel frattempo condividono la quotidianità con il proprietario e la sua famiglia, che in cambio di quest’insolita ospitalità riceve dallo Stato 30 euro al giorno per ogni immigrato, uno scambio che gli ha permesso di riavviare l’albergo.
Introducono il film Mario Brenta (regista), Gianfranco Pannone (MedFilm Festival)


ORE 21:30
“APPENA APRO GLI OCCHI – CANTO PER LA LIBERTÀ” di Leyla Bouzid
Francia/Tunisia/Belgio/Emirati Arabi Uniti, 2015 | 102 min

Tunisi, estate 2010, pochi mesi prima della Rivoluzione. Farah ha 18 anni e si è appena diplomata. La sua famiglia vorrebbe iscriverla alla facoltà di Medicina, ma lei non la pensa allo stesso modo. Canta in un gruppo politico rock. Vuole vivere, divertirsi, scoprire l’amore e frequentare la città di notte. “C’era un’atmosfera particolare quell’estate, la sensazione di essere in un vicolo cieco e che qualcosa, da un momento all’altro, stesse per esplodere. I giovani erano in tumulto, facevano resistenza attraverso la musica, i blog, Internet e il loro stesso esistere. È da loro che è arrivata la spinta per ciò che è accaduto dopo, è da loro che proviene l’energia di questo film” Leyla Bouzid.
Introduce il film Veronica Flora (MedFilm Festival)

VENERDÌ 26 MAGGIO

ORE 17:30
“IO STO CON LA SPOSA” di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry
Italia, Palestina, 2014 | 89 min

Un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano incontrano a Milano cinque profughi in fuga dalla guerra, e decidono di aiutarli a proseguire il loro viaggio clandestino verso la Svezia. Per evitare di essere arrestati come contrabbandieri, decidono di mettere in scena un finto matrimonio coinvolgendo un’amica palestinese che si travestirà da sposa, e una decina di amici italiani e siriani che si travestiranno da invitati. Attraverseranno mezza Europa, in un viaggio di quattro giorni e tremila chilometri. Un viaggio carico di emozioni che racconta le storie e i sogni dei cinque palestinesi e siriani in fuga e dei loro speciali contrabbandieri, mostrando un’Europa sconosciuta.
Introduce il film Veronica Flora (MedFilm Festival)


ORE 19:30
“THE PARADE – LA SFILATA” di Srdjan Dragojevic
Serbia, Croazia, Macedonia, Montenegro, Slovenia, 2011 | 115 min

Limun è stato un eroe di guerra e ora è un potente delinquente di strada, omofobo. Per una rocambolesca serie di coincidenze è costretto ad accettare di scortare il Gay Pride di Belgrado organizzato dagli attivisti Mirko e Radmilo, dopo il rifiuto della polizia. Tuttavia nessuno dei suoi amici serbi lo aiuta per paura di essere associato all’universo omosessuale. Limun decide cosi di rivolgersi a dei vecchi nemici nella Guerra dei Balcani degli anni ’90: il bosniaco Halil, il croato Roko ed il kosovaro albanese Azem. Ne scaturiscono una serie di avventure tragicomiche fino al giorno del Pride a Belgrado.
Introduce il film Veronica Flora (MedFilm Festival)


ORE 21:30
IL PIÙ GRANDE SOGNO di Michele Vannucci
Italia, 2016 | 97 min

A 39 anni Mirko è appena uscito dal carcere: fuori, nella periferia di Roma, lo aspetta un “futuro da riempire”, possibilmente in modo onesto. Quando viene eletto a furor di popolo Presidente del comitato di quartiere, decide di sognare un’esistenza diversa. Non solo per sé e per la propria famiglia, ma per tutta la borgata in cui vive. Il più grande sogno di Mirko però è difficile da mettere in pratica, specie se tuo padre è un piccolo criminale. Il rapporto con le figlie è tutto da costruire e il passato è una porta sempre troppo facile da riaprire. Questo film racconta di un “bandito” che si inventa custode di una felicità che neanche lui sa bene come raggiungere. È la storia di un sogno fragile e irrazionale, capace di regalare un futuro a chi non credeva di meritarsi neanche un presente.
Introducono il film Michele Vannucci (regista), Mirko Frezza (attore), Veronica Flora (MedFilm Festival)

Si ringraziano, per la preziosa collaborazione: Centro Sperimentale di Cinematografia (sede di Roma e sede dell’Aquila), Cineclub Internazionale, Kino Produzioni, Zalab, Karine De Villers e Mario Brenta.

RICEVI TUTTE LE NEWS DAL FESTIVAL

[mailpoet_form id=”1″]